Medioevo Prossimo Venturo

Mad Max … il cinema ha da sempre immaginato il ritorno del mondo al medioevo

“Medioevo prossimo venturo” è il titolo di un libro scritto dal matematico Roberto Vacca. Molti dei giovani non conoscono questo saggista e romanziere che era un noto frequentatore dei salotti televisivi. Sua l’intenzione, invero abbastanza infruttuosa, di rendere nazional popolare la matematica, anche quella superiore. Portava sugli schermi il suo programma “anche tu matematico” in cui presentava in termini semplici concetti invero complessi.

L’idea di fondo di questa opera è che la storia non è lineare e che il domani non sarà necessariamente migliore dell’oggi. La polizia potrebbe non arrivare più sulle chiamate al 113, i servizi essenziali potrebbero non essere più assicurati … potrebbe non essere scontato che dalla pompa sgorghi la benzina.

Il crollo dell’impero romano è da sempre l’esempio della nascita di un medioevo. Il terrore della seconda venuta di Cristo, nell’anno 1000 congelava ogni capacità e risorsa fisica ed intellettuale. I nostri paesini di montagna sono pieni di “ponti del diavolo”. Nome che spiegava come il popolo vedesse quelle opere così ardite, di epoca romana come un qualcosa di impossibile e pertanto, opera del demonio.

Il Nome della Rosa … Modernità contro tradizione, povertà contro ricchezza, cultura dell’innovazione contro “ipse dixit” nell’opera di Jean Jaques Annoud tratta dal libro di Umberto Eco

In questa crisi e collasso dell’Europa cristiana si era creato un vuoto, ai lontani confini dell’ex impero romano. Ad oriente inizia la predicazione di Maometto che da vita ad una realtà culturale e politica dinamica e forte. Questa è la tesi del saggio “da Maometto a Carlo Magno” di Henri Pirenne. Un mediterraneo preda dei saraceni con una Europa ridotta ad un “vaso chiuso”.

Uno dei tanti “ponte del diavolo” italiani. Qui siamo in Garfagnana, in provincia di Lucca

L’islam era una realtà molto più avanzata di quella contemporanea europea. Basti pensare che nella Spagna del sud gli intellettuali erano quasi tutti ebrei, mentre nel vecchio continente venivano ghettizzati o direttamente perseguitati.

Tutti noi conosciamo poi come sia cambiata la storia. L’assalto dell’Europa al mondo, come viene chiamato dagli storici più smaliziati. Ma anche l’Europa del rinascimento, dei grandi papi e dei sovrani illuminati, dei Da Vinci, Galileo e mille altri.

Proprio riguardo Galileo, vedere un chierico saudita convincere il suo auditorium del fatto che la Terra, non solo non ruoti introno al Sole, ma nemmeno su se stessa da l’idea di un ritorno al passato. Lo dice citando concetti tecnologici come aereo ed aeroporto, usando dei microfoni e diffondendo la lezione via web.

Sheikh Bandar al-Khaibari mentre spiega la “confutazione” della rotazione terrestre sul proprio asse

I raffinatissimi video prodotti dagli accoliti dello Stato Islamico sono un mix di medioevo e modernità. Con il richiamo all’impero romano, alla cristianità ed il macabro rito della decapitazione dell’infedele.

Come scrive Samuel P. Huntington in “Scontro di Civiltà”, non pensiate che il livello di civilizzazione morale dell’occidente sia un dato acquisito per sempre. Mercanti di schiavi, violenza urbana, il ruolo della donna, la libertà di espressione sono tutti valori in continua contrazione. Questo nel 1996.

Un fotogramma esemplificativo del video con cui la sezione libica dell’ISIS minaccia l’Italia, con la frase “siamo a sud di Roma”.

“Nello scontro fra culture la cultura è la prima vittima” S.P. Huntington

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...